Bruxelles

Buongiorno a tutti, mi è stato chiesto del viaggio, tutto bene, grazie, sono a Bruxelles. Ci sono un sacco di cose strane in questa città, la mia impressione finora non può essere che molto superficiale ma sembra il perfetto riassunto dell’Europa – nella sua architettura eclettica, che mi ricorda gran parte delle città del continente che ho visto, nel bilinguismo, nel modo strano in cui funziona (a quanto ho capito ci sono diciannove sindaci)… non ho approfondito sul perché la capitale sia qui ma ha un suo senso. E’ una città che ne contiene altre.

Intanto, segnalo che su Telefriuli il 17 sera alle 22.15 e in replica martedì 18 alle 12.30 andrà in onda una puntata degli speciali di Conosciamoci in cui sono stata ospite. Probabilmente la mia intervista non è un gran belvedere, quando parlo di certe cose mi agito e gesticolo. Ringrazio comunque per lo spazio che mi è stato concesso.

Annunci

6 risposte a “Bruxelles

  1. bellissima città, ci sono stato molte volte.
    Stai però attenta in metropolitana e sui treni, ci sono molti scippi.
    l’ultima volta ho assistito al furto di una valigia dalla cappelliera del treno e di una borsa in metropolitana 😦

  2. Ti sarai agitata perché ti sarai appassionata, Gaia.
    Ricordarsi sempre che tutto il paese è pieno di criminali, furfanti, delinquenti dai modi per bene, più sono eleganti e fini, più sono pericolosi.
    Considera che i media, il parlamento, i bar, sono pieni di idioti che dicono stupidate, credenze, litanie e fesserie, quasi impossibile dire fare di peggio.

  3. In effetti Bruxelles e` una citta` sorprendente. Tutti se la immaginano, credo, ipermoderna e austera – io l`ho trovata stratificata, bella e bizzarra. Tutto il mondo e` paese: ho visto spazzatura ai lati delle strade di tutto il nord Europa.

  4. > ho visto spazzatura ai lati delle strade di tutto il nord Europa

    Avendo visto la trasformazione di alcuni paesi nordici, temo che questo sia il risultato delle immigrazioni di masse che, nella loro cultura, non hanno un concetto di rispetto dell’ambiente che è anche “non rendo il mio giardino nonché orto da cui dipendo una discarica diffusa”.
    Aggiungi il problema della diffusione globale dell’USA&getta di plastica, ovviamente assai più potente di coscienza, etica e mente delle masse.

  5. Non credo sia colpa di qualche gruppo etnico in particolare. La coscienza ambientale non mi sembra più sviluppata qui che in Italia (adesso sono in Svezia, appena stata in Norvegia). Certo, c’è poco traffico, le macchine guidano con attenzione e finalmente non ho paura ad attraversare la strada, ma per il resto le tazze sono quasi sempre usa e getta, pochi differenziano i rifiuti (c’entra con l’incenerimento, ma non ho ben capito), il cibo è fuori stagione e d’importazione, nessuno si fa scrupoli a prendere l’aereo… se si guarda ai comportamenti nel loro complesso, non mi sembrano particolarmente ecologici.

  6. Ho notato che anche in Germania conoscenza e coerenza ecologica non è maggiore, visto che è diversa (sono più ecologici su alcune cose ma, generalmente, più consumisti). Però, a parità di attitudine di massa al consumismo, i popoli del nord europa NON trattano i luoghi comuni come discariche diffuse.
    Uno dei problemi delle migrazioni di massa è che gli immigrati diventano consumisti come i locali mantenendo però spesso orribili usi delle culture di provenienza (qui parliamo di rifiuti ovunque, ma possiamo pensare alla mancanza di senso dei beni comuni, a questi orribili figuri che impongono mutilazioni sessuali, al reificare le donne ad oggetti di proprietà, masse obnubilate dall’inquinamento religioso di tipo islamico).
    Paradossalmente, anche questo è un inquietante parallelo.
    Questa società si stava secolarizzando e liberando dall’inquinamento cattolico e iniziando a decrescere demograficamente e ora ci ritroviamo con la guerra demografica in corso, ripresa della crescita demografica e con l’inquinamento islamico che è assai più aggressivo di quello cattolico.
    Il peggio del modernismo che viene amplificato da mentalità e menti che non sanno come gestirlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...