Firenze

Con qualche giorno di ritardo: buon anno a tutti!

Come avevo scritto tempo fa sono in pausa indeterminata perché adesso devo pensare al libro (e a protestare contro il parcheggio e a chiedere più trasporto pubblico locale e a non usare l’auto e adesso anche a trovare posti dove comprare le cose che non siano supermercati) e non riesco a fare tante cose contemporaneamente, a dispetto dei cliché, inoltre ogni tanto ho la sensazione di aver già detto la maggior parte delle cose che penso e che sono adatte al blog e ripeterle non ha senso. Io ho sempre pensato che è meglio essere riletti che letti perché è la rilettura o l’intenzione della rilettura la misura dell’interesse per cui lascio tutto online e se qualcuno ha voglia di rileggere può farlo.

DetImageto ciò, sono riuscita a trovare un posto per fare un’altra presentazione ed è La cité a Firenze, uno spazio bellissimo che è sia bar che libreria. Si trova in un borgo più popolare e meno turistico della città intorno, organizza molti eventi e ha una scelta di libri che denota una cura particolare ed è infatti uno dei pochi posti in cui scorrere gli scaffali mi trasmette più curiosità che angoscia. Ci vorrebbero più posti così, in cui trovi pochi libri ma buoni e se non vuoi comprarli puoi comunque leggerli mentre bevi il tè. Quindi sono molto contenta che abbiano accettato di farmi presentare lì, dimostrando anche apertura e disponibilità perché io non sono famosa in nessun ambiente 🙂 Qui allego la locandina (è quasi uguale all’altra, lo so) per chi si trovasse a Firenze o dintorni il 17 gennaio. Siccome dovrò già portarmi dietro i libri non credo che riuscirò a offrire un rinfresco stavolta, in compenso i libri si potranno pagare in parte in SCEC. Lo dico sempre e nessuno l’ha ancora fatto, ma facciamo girare le monete locali!

Annunci

2 risposte a “Firenze

  1. “Io ho sempre pensato che è meglio essere riletti che letti perché è la rilettura o l’intenzione della rilettura la misura dell’interesse per cui lascio tutto online e se qualcuno ha voglia di rileggere può farlo.”
    Un pensiero molto saggio che condivido!
    A questo proposito, per agevolare la lettura di altri post del passato, non sarebbe forse utile organizzarli per temi? Allo stato attuale si può solo partire dai post recenti e poi farsi guidare dalla nota in calce “related”.

  2. Ogni tanto mi dimentico, ma solitamente metto i tag così chi è interessato può leggere tutti gli articoli con lo stesso tag. Non è un sistema perfettamente lineare però dovrebb’essere una buona guida… Ho aggiunto i tag anche per gli ultimi due articoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...