olio di palma

Quando qualcuno non mi crede riguardo al fatto che non siamo autosufficienti dal punto di vista alimentare, io dico sempre: leggi le etichette e cerca l’olio di palma. Negli alimenti e nei cosmetici è ovunque, e ovviamente non si produce in Italia ma in paesi del sud est asiatico, abbattendo foreste per fare posto a piantagioni. I vegani che utilizzano margarina con olio di palma molto probabilmente sono complici di deforestazioni su larga scala ed estinzioni di specie selvatiche – meglio allevare una mucca per il burro, secondo me. Ho preso in considerazione l’idea di fare per voi una ricerca sull’argomento, ma ammetterò che non me la sento e per stavolta mi accontento di mettere una pulce nell’orecchio. Vi invito a farci caso quando fate la spesa, e se vi interesserà vi informerete. Io intanto cerco di consumare solo prodotti contenenti olio di oliva, compresi saponi o dolci se non li faccio in casa, o comunque oli di piante che crescono anche qui. C’è un mondo immenso di cosmesi ecologica, bisogna andarla a cercare, pagare di più e spesso comprare su internet, ma ne vale la pena.

Annunci

9 risposte a “olio di palma

  1. A proposito di agricoltura e autosufficienza: i danni di una brutta annata. Queste notizie dovrebbero essere le prime dei giornali, non a metà o taciute del tutto. Se non mangiamo, cos’altro possiamo fare? L’unica cosa su cui aveva ragione Mussolini, secondo me, è l’autosufficienza e quindi le politiche di autarchia. Il regime lo faceva per i motivi sbagliati, ma noi non ci pensiamo proprio, e secondo me rischiamo grosso.

  2. Uno può rinunciare all’olio di palma al burro e anche alla margarina… allevare una mucca secondo i dettami industriali è insostenibile.

  3. gaiabaracetti

    Io non parlavo di allevamento industriale, ma di allevamento su piccola scala o addirittura familiare, per chi può. È quasi impossibile cucinare senza qualche tipo di grasso, certo c’è l’olio d’oliva, ma in montagna non cresce e andrebbe importato, rendendo l’economia montana ancora più dipendente.

  4. gaiabaracetti

    Inoltre i grassi servono in molti altri campi, nei detergenti e nella cosmesi, per esempio. Tutti i saponi sono fatti con una base grassa (una volta era il grasso di maiale, ora sono oli vari). È impossibile vivere completamente senza, al giorno d’oggi per lo meno.

  5. In effetti la descrizione “oli vegetali” su molti alimenti non da molta chiarezza sul contenuto….più o meno sostenibile. Ma qualche sostanza grassa bisogna di necessità usarla e, diciamo così, un certo grado di entropia è connaturato alle cose.

  6. Ma che poi questo olio di palma, tra l’altro, è pure dannoso per la salute, no? (Idem la margarina, che sarebbe meglio evitarla del tutto (per via dei grassi idrogenati, che nonostante sia assodato che siano pericolosi per la salute, ancora, se non si fa attenzione, si rischia che finiscano nel carrello). Meglio olio extravergine d’oliva e burro (consumati a freddo), più calorici ma più sani (possibilmente entrambi a km zero).

  7. gaiabaracetti

    Vero, ma l’idea che mi sono fatta è che se tutti gli italiani consumassero solo olio d’oliva e burro, a maggior ragione se prodotti in Italia, non ce ne sarebbe per tutti. Già adesso produciamo solo il 70% del burro e il 73% dell’olio d’oliva che consumiamo.
    La soluzione, come al solito, sarebbe aprire un dibattito sui temi dell’utilizzo del suolo e della popolazione.

  8. Il problema sonole quote latte, ciimpediscono di produrre x il fabbisogno.Comunque io ho smesso con le porcherie industriali ed ho perso 8 kg…..e se potete non date la nutella………robaccia

  9. Le quote latte sono un’assurdità: io penso che ogni territorio dovrebbe produrre il proprio cibo ed esportare solo quello che serve per pagare alimenti che non è in grado di produrre. Per quanto riguarda il cibo industriale, farlo da sé è sicuramente più sano e gratificante, purtroppo ci vuole tempo. Io faccio tutto quello che posso in casa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...