Terna, elezioni

Buongiorno! Il nostro ‘governo’ (quale, visto che ancora non c’è?) autorizza la Terna a fare il suo mega elettrodotto in piena crisi economica, annullando le possibilità di transizione verso il risparmio energetico, le reti intelligenti e la produzione su piccola scala da fonti rinnovabili… Per fortuna, almeno, se leggete i commenti all’articolo del Messaggero Veneto vedete che una buona parte di friulani non si fa fregare dallo zerbinaggio di certi media né da questa opera inutile.

Intanto, in vista delle elezioni regionali, sono al corrente di almeno due movimenti che presentano le loro richieste ai candidati. La prima è la campagna Mobilità Nuova (qui la loro petizione), l’altro è il Forum dei Beni Comuni, che verrà presentato il 6 aprile. Sono molte le battaglie giuste in regione, quello che manca forse è l’impegno a fare rete, ma spero che arriverà con il tempo.

Tanto, potrebbe non bastare. I due principali schieramenti sono l’uno indistintamente, l’altro quasi indistintamente, favorevoli a grandi opere e devastazioni varie. Inoltre i cittadini voteranno secondo il principio del ‘a casa quelli di prima’ senza informarsi bene, per la maggior parte, sui programmi e sulla loro coerenza interna. Senza contare che il sistema elettorale regionale, bisogna farci caso, è maggioritario (vince e governa chi ha preso la maggioranza di voti, fossero anche solo uno in più dell’avversario), ha una soglia di sbarramento vantaggiosa per le coalizioni, e un premio di maggioranza. Insomma, un ricatto più che un’elezione, probabilmente un figlio dell’illusione bipolarista della quale non ci riusciamo a liberare, anche se il paese è diverso. Ma non ho sentito nessuno commentare su questo argomento.

Annunci

4 risposte a “Terna, elezioni

  1. La volontà di fare rete da parte dei comitati in realtà già c’é con la costituzione di “Difesa ambientale” e con la sottoscrizione del patto di mutuo appoggio. Poi i problemi non mancano come sempre, ma penso sia un passo importante.
    http://www.difesambientale.org/

  2. gaiabaracetti

    Bene, lo metto nel ‘blogroll’. Comunque al momento a me risultano tre iniziative/reti, in vista anche delle elezioni: quella di Mobilità Nuova FVG, quella sui Beni Comuni, e questa dei comitati. Per non parlare dei comitati dei pendolari, tra le cui richieste principali c’è la riapertura della Gemona-Sacile, che mi pare non partecipino a nessuna di queste reti.
    Non dico di fare una grande ammucchiata, però forse la situazione è ancora troppo dispersiva.

  3. Pietro-Felice Petrucco

    @Gaia , mi sembra che sia io che tu, abbiamo accettato di candidarci (con SEL = Sinistra e Libertà con Vendola) in una lista in coalizione con il pd.
    Dunque (forse perché m5s dimostra di non accettare alleanze con nessuno), abbbiamo assunto che m5s non riesca a conquistare la maggioranza e che tra gli altri due ci meritasse appoggiare il meno peggio.
    A parole, il pd sembra aver un po’ superato il mito della ‘crescita’ e delle grandi opere (addirittura, nel programma provinciale per Udine, Lerussi mette in dubbio l’utilità della tangenziale est di Udine, precedentemente fortemente voluta dallo stesso partito). Si tratta di capire quale potrà essere il nostro contributo alla maggioranza e di come essere sempre coerenti con noi stessi.
    @Paolo Querini : dal link, “Difesa ambientale” mi sembra simile al CORDICOM : siete in cotatto ?

  4. gaiabaracetti

    Ciao Pietro, SEL è in coalizione con il Pd ma su alcuni punti ha diritto a distinguersi. Il Pd stesso, direi ormai per sua stessa natura (visto che è così da quando è nato) contiene dentro di sé tantissime anime. Quale prevalga sembra dipendere anche da cosa succede al di fuori di esso, quindi anch’io spero di riuscire a contribuire ad aumentare la sensibilità ambientale e sociale del centrosinistra, sia con quello che scrivo che con la mia candidatura.
    Penso che si possano criticare gli alleati, anche se non su tutto (altrimenti che ci si allea a fare).
    C’è anche da dire che, soprattutto a livello locale, è importante il programma ma sono importanti anche le persone. Il candidato del M5S ha annunciato di non voler partecipare a dibattiti, poi per (sua) fortuna ha ritrattato. Questa non è una buona premessa. Metodo e sostanza sono legati, non si può avere l’uno ma non l’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...