Serenissimi Orizzonti

Oggi giorno, il lavoro del giornalista consiste principalmente in questo: prendere i comunicati stampa o al massimo i rapporti che riceve e trasformarli in articoli, senza controllare, confrontare, approfondire. È piuttosto avvilente. Il Messaggero Veneto non fa eccezione, anzi. Vi invito a dare un’occhiata a questo particolare lavoro di copincolla, che è uscito qualche giorno fa e non mi va giù. Si celebra la Sereni Orizzonti, una holding privata di residenze per anziani, come successo imprenditoriale ammirato in tutt’Italia.
La Sereni Orizzonti è stata fondata assieme a un altro socio da Massimo Blasoni, Pdl, il più ricco dei consiglieri regionali del Friuli Venezia Giulia, con 677 mila euro di redditi dichiarati nel 2012. Ha comprato Palazzo Pontoni, in via Aquileia, e ha costruito un parcheggio dove c’era un antico giardino. A quanto pare ha recentemente acquisito anche Palazzo Kechler, bellissimo edificio storico che non capisco come faccia a finire nelle mani di un privato (ingenua io). Aggiungo che Blasoni è stato “coinvolto” in Tangentopoli (giovanissimo), patteggiando una condanna.
Conosco una famiglia che ha dovuto mettere un anziano alla Sereni Orizzonti, in attesa che si liberi un posto alla Quiete, pubblica. La retta è di 1800 euro al mese – somma che ovviamente prende tutta la pensione dell’anziano in questione e viene integrata, dato il basso reddito della famiglia, da un aiuto comunale. Questo è un bene per la famiglia, ma un male per noi, perché una parte di quell’aiuto va evidentemente ad arricchire il patrimonio personale del signor Blasoni e degli azionisti della Sereni Orizzonti – ed ecco il successo imprenditoriale! Non sarebbe meglio una gestione solo pubblica, come quella della Quiete, così che l’eccedenza vada tutta investita in altri servizi o restituita ai cittadini?
Rileggetevi l’articolo, che vi dirà come “soprattutto nell’ultimo decennio il settore delle residenze per gli anziani sia stato oggetto di fenomeni tipici della riorganizzazione d’impresa, quali la crescita dimensionale, il potenziamento della presenza delle multinazionali e il forte ricorso a logiche gestionali di profitto”. Logiche gestionali di profitto, e scusate se non esulto anch’io: l’idea di quest’uomo che si arricchisce con le disgrazie altrui, e grazie alle carenze del pubblico, mentre tra l’altro prende anche un lauto stipendio di consigliere regionale e vice-presiede la commissione sulla sanità, fa qualcosa di diverso dal mettermi di buon umore.

(Avrete notato che, proprio mentre critico il lavoro del Messaggero Veneto, uso i suoi articoli per dimostrare quello che dico. Purtroppo non c’è un archivio paragonabile al suo, né un giornale locale che possa fargli concorrenza. Ho pensato a come si potrebbe rimediare, e non mi è venuto ancora in mente niente).

[Aggiornamento del 28 gennaio 2013. Il Messaggero Veneto si è mantenuto vago, ma sul Fatto Quotidiano dello scorso 20 gennaio ho trovato la lista di reati per cui è stato condannato Massimo Blasoni: “condannato nel 1996 per esercizio abusivo della professione (si era spacciato per consulente del lavoro), ha patteggiato sborsando 400 mila lire. Nel 1999 si becca 1 anno, 9 mesi e 10 giorni di reclusione con patteggiamento e sospensione della pena per bancarotta fraudolenta, falso in bilancio, evasione fiscale, appropriazione indebita, corruzione aggravata (quando era vice presidente dell’Istituto per le case popolari), reati commessi dal 1991 al 1996. Nel 2004 patteggia ancora 6 mesi di carcere sostituiti da un’ammenda di 6.800 euro per delitto colposo di danno e violazione delle regole relative agli infortuni sul lavoro.” In seguito Massimo Blasoni ha annunciato la sua rinuncia alla candidatura.]

Annunci

8 risposte a “Serenissimi Orizzonti

  1. non è una novità che il menzognero sia a servizio degli “amici”

  2. Ho aggiornato l’articolo con delle informazioni reperite sul Fatto Quotidiano.

  3. michele paoluzzi

    brava gaia! ho scritto anche a travaglio che ci sarebbe bisogno di un fatto regionale!! ho letto gli elogi anche qualche giorno fa’ del blasoni sul fessaggero..si tende a vedere i pali negli occhi a livello nazionale quando a livello regionale sono grossi uguali e in posti molto piu’ scomodi.adesso scrivo una mail al fessaggero!! e questi sono i cani da guardia della democrazia?

  4. gaiabaracetti

    La zerbinaggine del Messaggero Veneto non ha limiti, eccone l’esempio più recente: http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/08/06/news/elettrodotto-ecco-perche-la-soluzione-aerea-e-meno-impattante-dell-interrato-1.7538826
    Purtroppo il Fatto Quotidiano è di fatto l’organo dei 5 Stelle (persino Il Manifesto è più plurale) e dell’importanza della lingua friulana non capisce nulla: se si proponesse in versione locale di certo non lo comprerei. Per fortuna abbiamo già tante testate, e possiamo farne di nuove, da soli.

  5. dove è possibile reperire l’elenco delle chiusure delle strutture di sereni orizzonti nel tempo? se ne sono verificate alcune, anche fuori regione

  6. Sinceramente non lo so. La mia fonte principale è l’archivio del Messaggero Veneto, dove si dovrebbero trovare anche notizie più recenti. Probabilmente una ricerca su un motore può aiutare. Mi dispiace non poter essere più utile.

  7. gaiabaracetti

    Sull’ultimo Internazionale c’è un articolo molto bello sulla morte e come arrivarci serenamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...