occupazioni di case sfitte in Spagna

Chi legge questo blog avrà notato che le case sfitte sono un mio chiodo fisso. Apprendo che in Spagna è in corso un’ “ondata di occupazioni” di abitazioni vuote, soprattutto di proprietà di banche e finanziarie. Sono pienamente d’accordo, anche se penso che dovrebbero essere i governi a punire chi tiene case vuote, tassandole, acquistandole, preferibilmente, o se necessario requisendole. Mi sembra quindi di essere più radicale degli occupanti del video di cui sotto: non c’è nessun motivo di tenere una casa vuota, né per vacanza, né per il futuro, forse è diverso il discorso di case che richiederebbero ristrutturazioni costose, ma bisogna intervenire anche su quelle, magari con ristrutturazioni finanziate pubblicamente o collettivamente (in cambio di affitti a canoni agevolati, per esempio). Qui il breve documentario del Fatto Quotidiano.

Annunci

2 risposte a “occupazioni di case sfitte in Spagna

  1. anche se i governi aumentassero le tasse sulle case sfitte fino a rendere l’affitto o la vendita l’unica soluzione (cosa che non faranno MAI questi governi), bisogna considerare che ci sono persone che non hanno i soldi per potersi permettere un affitto. spesso si ignora quante centinaia di migliaia di persone in questo paese non ce la facciano a vivere dignitosamente, compresi i ragazzi che rimangono a vivere a spese dei genitori (e a roma ce ne sono molti di precari, gente che veramente non riesce a trovare NULLA, nemmeno il call center ormai). e ci sono poi gli anziani sfrattati, i migranti schiacciati in massa in stanze singole, i trentenni che vivono magari con la sorella in un monolocale facendo fino a tre lavori -tutti in nero-…non si può pensare secondo me che arrivi tutto dai politici. le lotte dal basso e l’autorganizzazione sono le uniche possibilità per riprendersi ciò che viene rubato ogni giorno dall’alto, e di fronte a “scandali” come quello di cortina è assurdo che ci sia ancora chi non capisce il bisogno di occupare le case o manifestare in modo radicale la propria rabbia. l’opinione pubblica è ipocrita, perché si indigna per gli evasori con la ferrari o il suv però non capisce i movimenti sociali… bisogna schierarsi ogni tanto. Prisca

  2. Io penso che con una tassazione seria delle case sfitte, nonché qualche aiuto a chi affitta (tasse ragionevoli, oltre a, è brutto da dire, possibilità di sfrattare in caso di bisogno), i prezzi calerebbero abbastanza da venire incontro alle esigenze della maggior parte della gente. Per chi non ce la fa lo stesso, esiste l’edilizia pubblica, che offre case a prezzi bassissimi a chi ha veramente bisogno. Io capisco i movimenti sociali, ma non vorrei che fossero gli unici a fare qualcosa (e non lo sono – qui ad esempio c’è l’onlus Vicini di casa, che lavora con fondi pubblici)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...