Almeno qualcosa: il Quirinale taglia le proprie spese per stipendi e pensioni e si impegna a restituire 15 milioni di euro nei prossimi tre anni al Ministero dell’economia e delle finanze. A parte l’aumento dell’orario di lavoro di cui parla la nota, mi sembra una buona cosa.

Annunci

Una risposta a “

  1. I parlamentari e i consiglieri delle regioni, invece, hanno ben pensato di riequilibrare ogni economia di bilancio frazionandosi come si può.

    Così abbiamo una manovra per «l’emergenza nazionale» che in realtà è pagata solo dai lavoratori dipendenti e dai pensionati (perché gli altri, infatti, si ricordano di essere italiani solo quando conviene o se gioca la nazionale). “E io pago!….”, come diceva la buon’anima di Totò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...