Leggo del rapporto di metà anno di Confindustria, piuttosto pessimistico, con dei suggerimenti che in larga parte non condivido. Mi infurio. Ancora questa ottusa retorica della crescita per la crescita, del lavoro per il lavoro: ma ancora non si è capito che il mondo fisico ha dei limiti, che non si può crescere all’infinito, che questo sistema va modificato o continueremo a correre bendati verso l’autodistruzione? Che la soluzione è la redistribuzione del lavoro e dei redditi, e le vecchie ricette non vanno bene?

In attesa di entrare più nello specifico (cercherò di recensire l’ultimo libro di Luca Mercalli a breve), rendo pubblica la mia speranza che in un futuro non troppo lontano esternazioni come quelle degli economisti di Confindustria vengano coperte di ridicolo, anziché ricevere le prime pagine dei giornali.

Annunci

4 risposte a “

  1. « Chi crede che una crescita esponenziale possa continuare all’infinito in un mondo finito è un folle, oppure un economista. »
    (Kenneth Boulding)

    …E’ come quando parlano del nucleare, senza porsi il problema delle scorie.
    Basta semplicemente non parlarne, e il problema non esiste!
    Diciamo che sono dettagli trascurabili… hi hi hi …vuoi mettere, rispetto al dio PIL ?

  2. la cosa triste è che le affermazioni degli economisti siano riprese in maniera così acritica dai media – gli stessi che poi fanno articoli sull’ambiente, sulla decrescita… decidetevi!

  3. Cara Gaia, dopo aver visto la puntata di domenica sera di Presa Diretta, e aver ascoltato stamane a Radio Rai3 Tutta la città ne parla, non ho potuto non pensare a te… Un sacco di dati/evidenze a sostegno delle tue tesi, dal ritorno alle economie locali rurali alla decrescita sostenibile. Quando hai tempo, dacci uno sguardo, così avrai qualche freccia in più al tuo arco da scoccare contro il giovane economista neoliberista di turno (ce n’è sempre qualcuno in giro – che siano cloni? – pronto ad evangelizzarci sulle meraviglie della globalizzazione e della «mano invisibile del mercato») : )
    Ciao

    mk

  4. grazie. guarderò/sentirò… ormai di queste cose si parla sempre di più (e solo un paio di anni fa mi davano della pazza)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...