parlare senza sapere

Se vi interessano e non li avete già visti:

la risposta di Vittorio Arrigoni al discorso di Saviano su Tel Aviv e Israele.

la risposta di peacereporter.org all’articolo di Libero su Arrigoni.

Annunci

2 risposte a “parlare senza sapere

  1. Cara Gaia,
    grazie ancora per questo prezioso link che mi ha permesso di scusarmi con un mio amico con cui mi ero accalorato in una discussione abbastanza lunga ed animata a proposito di Vittorio Arrigoni. Partendo dalle continue e spesso feroci dichiarazioni antisioniste di quest’ultimo (che sinceramente non condivido, perché per me si può essere filo-palestinesi anche senza essere integralisti anti-israeliani) e dopo aver letto la solita stampa cartacea e on-line, rimproveravo ad Arrigoni di essersi trovato dalla parte giusta (quella filo-palestinese), ma di essere stato in più d’una occasione poco critico – almeno pubblicamente – nei confronti di Hamas, prestando in tal modo il fianco ai suoi detrattori, in particolar modo quelli filo-israeliani.
    Su nessun quotidiano infatti, almeno a distanza di 2/3 giorni dal sequestro, avevo avuto modo di leggere di censure di Arrigoni alle politiche di Hamas; anzi, da più parti veniva indicato come un «simpatizzante», un ultrà del governo palestinese, e via discorrendo.
    Mi dispiaceva in particolar modo che la sua morte da eroe potesse essere in qualche modo macchiata da una non giustificabile prossimità ad una fazione armata che – a mio avviso – sta facendo più danni che altro al già martoriato popolo palestinese. «Perché non ha mai preso posizione nei confronti di Hamas?» mi domandavo.
    E invece ecco il bell’articolo di Luca Galassi che resituisce onore alla cronaca, riportando all’attenzione di tutti le considerazioni critiche di Arrigoni nei confronti di Hamas.
    Da qualche giorno, poi, se ne trova più d’una menzione, soprattutto perché adesso è cominciato il gioco del ‘cui prodest’ la morte di Arrigoni, con interminabili disquisizioni da parte di sedicenti esperti, inviati sul campo, etc. etc.
    In tutta questa vicenda, mi ha profondamente colpito la scarsa professionalità/imparzialità della quasi totalità della stampa italiana: non sono riuscito a leggere nessun articolo davvero obiettivo, che mettesse in risalto la controversa figura di Arrigoni «pacifista… non molto pacifico». Ognuno a raccontare la sua morte in base alle proprie convenienze politiche, chi dipingendolo come un fanatico filopalestinese che strizzava l’occhio a chiunque fosse antisionista; chi trasfigurandolo in un martire della causa palestinese ucciso da intrighi orditi dal Mossad o, in seconda battuta, da Al-Qaeda o dall’Iran.
    Ma per un giornalista degno di questo nome, non dovrebbe venire prima di tutto l’obiettività? E’ così difficile raccontare la cronaca dei fatti così come si è svolta, e successivamente e solo in un secondo momento lasciarsi andare a commenti/analisi con cui il lettore può concordare o meno?
    Il valore aggiunto del tuo blog, oltre alla tua penna, è senza dubbio quello di essere una voce fuori dal coro, un angolo in cui si trovano notizie che è difficile recuperare altrove in rete… grazie mille per il tuo lavoro e per «la diversità di angolazione» che spesso fa la differenza nelle fotografie.
    Ciao

    Michele

  2. Grazie, anche se non ho fatto chissà che, ho solo messo un link. Piuttosto, io vengo regolarmente colpita da quanto è partigiana la stampa italiana, da quanto si butti sempre da un lato o dall’altro non riuscendo a descrivere le sfumature. Va bene, l’obbiettività completa è impossibile, ma questo non significa che non bisogni sforzarsi di mostrare più di un lato di ogni questione. Nei nostri mass media non lo si fa quasi mai, nelle cose piccole come in quelle grandi. Più che dirci cosa pensare, un giornalista dovrebbe darci elementi per decidere da soli, concetto banale ma spesso dimenticato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...