lo shopping è sacro

Mi lamentavo ieri del consumismo natalizio. Oggi leggo che siccome non è giusto che Udine sia l’unico comune ad adottare misure antismog, e siccome la gente deve fare shopping, anche in caso di superamento dei limiti non verranno presi provvedimenti contro l’inquinamento -che tra l’altro uccide decine di persone all’anno in città, ma chi se ne frega.

Annunci

8 risposte a “lo shopping è sacro

  1. dal tuo luogo di lavoro avrai sicuramente avuto modo di osservare la costruzione degli addobbi luminosi in piazza san giacomo, addobbi la cui mancata costruzione una settimana fa credo, aveva scatenato le solite polemiche…
    ricordi anche che volevano spegnere parte dell’illuminazione pubblica per risparmiare sulla bolletta luce del comune?
    chissà quanto consuma quell’impianto luci, acceso per chissà quante ore al giorno: e non voglio dire “non mettiamolo” ma solo “diamine, un pò di coerenza”!
    per cui, perchè meravigliarsi di qualche “banale” deroga alle leggi ambientali?
    Ale

  2. la mia storia preferita però è quella dell’albero di Natale dell’anno scorso. lì non so se hanno gonfiato i giornalisti, ma non avevo mai visto i miei concittadini sdegnarsi e mobilitarsi e protestare tanto, come per un brutto albero di Natale.
    (poi magari chiude l’università nell’indifferenza generale)

  3. a proposito di consumismo natalizio notavo oggi un curioso fenomeno
    i supermercati a san giorgio sono aperti nonostante sia domenica e come tutti ben sappiamo ha nevicato di gusto nelle ultime ore, la via principale per quanto agibile è una schifezza e il freddo risulta abbastanza pungente
    beh, questo non ha impedito agli intrepidi centauri del carrello della spesa di andare a fare “un giro” al supermercato… malgrado strade schifose e macchine che slittano come saponette in centro a san giorgio non si riesce a trovare parcheggio, un traffico da metropoli
    a prescindere che non capisco cosa ci sia di bello in “un giro” turistico tra alimenti in esposizione è sempre lo stesso supermercato di ogni giorno, cosa cambia? ti senti trasgressivo ad andare alla coop la domenica?
    eppure ci vanno, sono tutti li! bisogna andare, è aperto e quindi si deve andare e comprare qualcosa, per forza! finché non entri li la domenica non capisci che in realtà quella cosa, in fondo, ti serviva
    immagino le schiere di vecchine che commentano eccitate l’evento davanti a un solito caffè (nel solito bar accanto alla solita coop, ovviamente)
    la noia li sta divorando sempre di più… ma d’altra parte, a quanto pare, è quello che vogliono

  4. hehehe! this is a great video! Gaia, I hope u’ll like it!

  5. haha grazie a tutti e due

  6. Finché la gente ha la pagnotta ed il calcio, continuerà a lamentarsi delle cose inutili. Comunque non bisogna mai demordere!

  7. certo, poi moriremo tutti sputando i polmoni a forza di tossire, ma vuoi mettere con tutte quelle cose a farci compagnia….

  8. c’è una curiosa incapacità di concepire le conseguenze delle nostre azioni al di là dell’immediatissimo e dell’ovvio. se devo fare un pezzo a piedi con il freddo, o non ho il regalo di natale, me ne accorgo subito. ma che sia la mia automobile a inquinare l’aria della città e far ammalare le persone, non mi passa nemmeno per la mente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...