Report -carne

carneE’ iniziata la bella stagione, e quindi la stagione delle griglie, una delle abitudini preferite e più trasversali dei friulani. Sulle griglie si mette soprattutto la carne, senza pensarci troppo. La penultima puntata di Report, invece, disegna un quadro davvero angosciante della produzione di carne in Italia: vacche selezionate per produrre di più, imbottite di farmaci, così stressate che non riescono a rimanere gravide e devono essere mandate al macello dopo pochi anni; polli ingrassati a forza in tempi brevissimi; l’intera pianura padana inquinata per colpa della produzione di carne… Mangiamo due o tre volte la carne che ci serve, e ci troviamo ammalati di ipertensione, cancro, diabete, arteriosclerosi, obesità, e via dicendo, a causa di questo.

L’allevamento è responsabile del 18% delle emissioni totali di gas serra, ed è, come attività, il primo consumatore di terreno per uso antropico, e occupa il 30% delle terre emerse! E’ in buona parte colpevole del disboscamento della foresta amazzonica, e della rovina anche del nostro territorio. Se invece di dare da mangiare i cereali agli animali d’allevamento, li mangiassimo noi, sprecheremmo molte meno risorse per avere le stesse calorie.

La soluzione è mangiare meno carne e più verdure: basta saperle fare e sono saporitissime anche loro. E se compriamo carne, cerchiamola biologica. Le persone con cui parlo mi rispondono sempre: sì, la carne, lo so, ma è così buona… bè è ora di darci un taglio con i nostri capricci.

Annunci

3 risposte a “Report -carne

  1. io l’ho sempre detto!si pensa che una vegetariana mangi solo insalata,ma non è vero.si vive benissimo anche mangiando pochissima o niente carne.basterebbe che tutti riducessimo il consumo…come per qualsiasi cosa.gli animali soffrono,le persone non hanno da mangiare mentre noi ci abbuffiamo.sto male ogni volta che vedo un piatto lasciato a metà,quando vedo i miei coinquilini buttare via la carne andata a male.abbiamo tutti bisogno di un viaggio in qualche paese povero per renderci conto del nostro egoismo?

  2. io sono stata in Burkina Faso, lì di carne non ce n’era granchè ma era molto saporita, animali magrissimi che correvano liberi per i campi e quando si poteva mangiare qualcuno di quei polli-per noi occidentali era più facile. è ovvio-erano di un saporito! per il resto, cereali, frutta e verdura, dopo c’era l’acqua per i campi.
    Ma le malattie, in questo paese poverissimo, non sono dovute alla mancanza di carne.
    Abbiamo bisogno di poca carne, un po’ alla volta si capirà.

  3. “dove”c’era l’acqua, non “dopo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...