brutta razza

La giornata delle donne dovrebbe servire, tra le altre cose, a ricordare che sono ancora moltissime le donne vittime di violenza dentro e fuori la famiglia. Un’intervista pubblicata sul Messaggero Veneto di ieri racconta la storia di una di queste donne, che sposò quattro anni fa un kosovaro clandestino che si rivelò poi un maltrattatore ed è ora in carcere per violenza sessuale. La sua storia è tipica: un uomo inizialmente dolce e premuroso, che promette una famiglia felice, e poi comincia a diventare aggressivo, violento, ossessivo. La donna che resiste per il bene del figlio, poi capisce che è solo peggio, se ne va, e l’uomo comincia a perseguitarla.

Di storie così ce ne sono tante, anch’io ne avevo raccolte alcune quando mi sono occupata della questione per degli articoli. Invece è pericoloso attribuire questi atteggiamenti, come sembra fare l’intervista, agli stranieri quasi fossero una loro prerogativa. Secondo la ragazza intervistata, i kosovari sono “una razza cattiva”, che maltratta le donne per vanto. Io non ho nessun problema a credere che dietro alle violenze contro le donne ci siano tante cause tra cui motivazioni culturali, ma questo tipo di violenza esiste in tutte le società e culture. Anche gli uomini friulani e italiani sono capaci di violenze e maltrattamenti con la stessa cattiveria, e ci sono migliaia di donne che possono dimostrarlo con le loro storie. Dimenticarsi questo è pericolosissimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...