Una questione di umanità

Qualche giorno fa, durante la rassegna stampa mattutina di Radio 3, il giornalista di turno leggeva un editoriale che aveva come tema il concetto di “umanità”. Purtroppo non ricordo nè il giornale nè l’autore, ma ricordo il succo: gli antichi romani, che avrebbero potuto attribuire alla parola humanitas connotazioni di forza o coraggio, hanno scelto invece di associarla ai valori di compassione ed empatia cui si accompagna ancora oggi. Noi ne siamo gli eredi. Continua a leggere

Annunci

Sul costo del lavoro

Una volta pensavo che il genere di persone che si preoccupano delle tasse fossero quelle che votano Berlusconi, che pensano solo per sè e per cui i soldi non sono mai abbastanza. Siccome poi le esperienze personali influenzano anche le idee politiche e la comprensione della società, e per questo può essere utile cercare di trovarsi in posizioni diverse per poter capire meglio ed empatizzare di più, mi sono resa conto che invece la questione delle tasse è fondamentale per tutti, e soprattutto che non si tratta di una questione soltanto economica. Continua a leggere

La Patrie dal Friûl

Segnalo che c’è un articolo su di me sull’ultimo numero del mensile ‘”La Patrie dal Friûl“. Chi fosse interessato trova qui un elenco delle edicole in cui è possibile acquistare la rivista. Non ho ancora letto l’articolo; aspetto che mi arrivi per posta!

La montagna ha sete

Oggi ho consegnato in comune alcune osservazioni che ho fatto e che vorrei condividere con i consiglieri. Adesso mi siedo e aspetto il foglio di via. Continua a leggere

La cacca del cavallo

Vi piace questo titolo? L’argomento è proprio questo: la cacca del cavallo. Chiamarla letame sarebbe già una piccola manipolazione da parte mia; invece voglio una vostra opinione onesta (se riuscirò a interessarvi). La cacca è un mio pallino e mi sono resa conto che riflettere sulla cacca è un ottimo modo per riflettere sulla società in cui viviamo. Continua a leggere

E nessuno dice niente?

Scusate, ho scoperto per caso questa notizia oggi, e sono un po’ sconvolta che l’Unione Europa faccia un mega-accordo commerciale con il Mercosur senza che ci sia stato un dibattito o che qualcuno ne parli, men che meno in Italia. Stiamo parlando di una cosa enorme. Dov’è la democrazia? Dove sono i giornalisti?

E addio Amazzonia.

Qualcosa da fare

Si parla molto di fuga di cervelli, in Italia, ma, come sempre accade, ci sono tante cose che ancora non si dicono. Se ne parla in termini economici: quanto ci costa formare persone che se ne vanno?, come facciamo a rimpiazzarle?; se ne parla con il solito autoflagellarsi italico: cosa ha fatto di male la società per farli andare via?, che opportunità non gli ha dato?, dimenticando che queste persone facevano a loro volta parte di questa società, e quindi una piccola parte di responsabilità ce la dovevano avere anche loro. Continua a leggere