Intervista (a me)

La mia casa editrice, la Phasar, mi ha chiesto di rispondere ad alcune domande per un’intervista da pubblicare sul loro blog. Se vi interessa, la trovate per intero qui.

Annunci

pubblicità

LANA GAIA

Scusate se sono monotematica. Volevo condividere con voi questo bel volantino (che non ho fatto io ovviamente).

Il partito del cemento

Propongo un altro consiglio per la lettura, particolarmente pertinente adesso che il primo atto del neo eletto leader del Pd è stato programmare una visita pro-Tav in Piemonte, giusto nel caso qualcuno avesse dubbi su cosa questo partito è diventato e quali interessi e valori difende. Continua a leggere

meraviglia

Uno dei motivi per cui non scrivo quasi più qui è che non penso di meritarmi la vostra attenzione: ci sono così tante voci che mi piacerebbe che venissero ascoltate, che cercare di coprirle mi sembra la cosa peggiore che potrei fare. Posso però, almeno ogni tanto, provare a indicarvele. Ieri ho letto un testo raro nella sua chiarezza e bellezza, così contrastante rispetto a quanto sentiamo dire continuamente, che vorrei condividerlo con più persone possibile. Si tratta di una riflessione sul dibattito in corso su come sfamare la famosa “popolazione (umana) in crescita”, data quasi sempre come fatto scontato e inevitabile; su, cioè, come diavolo fare a produrre ancora più cibo di adesso. Questo testo invita a riflettere profondamente su cosa ciò significherebbe in pratica. Siccome non ne posso più di sentir dire che “c’è abbastanza cibo per tutti”, vi invito a leggerlo e magari anche a rileggerlo. Continua a leggere

Immagine

presentazione

PresentazioneFriuli_chemalece3

Che male c’è – libro terzo

Ce l’ho fatta: ho finalmente finito la mia trilogia di romanzi, Che male c’è. L’ultimo volume è pronto e chi vuole lo può leggere.

Il titolo è sempre lo stesso: non ho pensato di darne a ogni libro uno diverso, il che forse avrebbe dovuto essere una cosa ovvia. Li distinguono il numero e la copertina. Ecco quella nuova:

cop_che_male_ce_3_phasar

Come ho già detto, ho deciso di affidare quello che devo dire ai libri e alla carta, più che posso, anziché a internet.

Se siete interessati vi consiglio di cominciare dal primo libro, ma non è indispensabile. Come tutti gli altri che ho scritto, anche questo si può ordinare in qualsiasi libreria, comprare direttamente dalla casa editrice o da rivenditori online (ma, per favore, non da Amazon), o chiedere a me. Alla Libreria Friuli di Udine hanno già delle copie.

Presto annuncerò anche la data della presentazione.

Grazie.

l'acqua e la montagna

Stanno raschiando il fondo del barile, distruggendo il pochissimo che rimane.

Se siete nei paraggi (o volete farvi un po’ di strada), siete invitati a questo evento.